• Giro di Catalunya

    Dal 1911, la gara di ciclismo su strada orgoglio della regione

La Catalunya ha una grande tradizione ciclistica, il cui cuore pulsante è la corsa a tappe maschile su strada che si disputa ogni anno nella regione. La Volta Ciclista a Catalunya, nota anche con il nome di Giro di Catalunya, è inserita nel calendario mondiale UCI/World Tour ed è organizzata della Sezione Ciclistica dell’Unió Esportiva Sants e della Volta Ciclista a Catalunya Associació Esportiva. A fine marzo, per una settimana, richiama appassionati e curiosi animando percorsi sempre diversi. L’impegno degli organizzatori, dalla loro sede in Carrer de Riego 2 nel Sants di Barcellona, rende possibile questo imperdibile appuntamento della primavera catalana. La sua storia, però, affonda le radici nel passato.

Le edizioni del Giro di Catalunya passate alla storia

Lo sapevi che il Giro di Catalunya è la quarta gara più antica nel suo genere? La prima edizione si corse nel lontano 1911! L’idea fu di Miquel Arteman, giudice di gara e giornalista di ciclismo per il settimanale Mundo Deportivo, sostenuto dal fondatore dello stesso giornale, Jaume Grau, e dal presidente dell’Unión Velocipédica Española, Narciso Masferrer. La primissima gara durò solo tre giorni, dal 6 all’8 gennaio, e parteciparono 34 ciclisti partendo da Plaça de Sarrià a Barcellona.

Le tre tappe previste erano: Barcellona – Tarragona (97 chilometri), Tarragona – Lleida (111 chilometri) e Lleida – Barcellona (157 chilometri), con arrivo al velodromo di Sants. La prima e l’ultima furono vinte dal tarragonese Sebastià Masdeu che si aggiudicò anche il primo posto sul podio. Fu sempre Miquel Arteman l’artefice delle successive due gare nel 1912 e nel 1913, sempre a tre tappe, ma a causa di un suo trasferimento fuori dalla Catalunya la competizione subì una battuta d’arresto fino agli anni ’20.

La ripresa definitiva arrivò nel 1923 con una nuova gara a 4 tappe: Barcellona – Reus (168 chilometri), Reus – Manresa (160 chilometri), Manresa – Figueres (172 chilometri) e Figueres – Barcellona (147 chilometri). Dal sud al nord della regione, la gara toccò vere e proprie città-simbolo come Reus, patria di Gaudí, e Figueres, patria di Dalí.

Fu in questo periodo che il Giro di Catalunya prese ad affermarsi come un evento di richiamo e ad attrarre una consistente presenza internazionale. Negli stessi anni, fu anche il trampolino di lancio della stella del ciclismo Mariano Cañardo, cresciuto ciclisticamente nel distretto barcellonese di Sant Andreu. Tra il 1928 e il 1939 Cañardo si aggiudicò ben sette edizioni della Volta Ciclista a Catalunya, diventando una celebrità dello sport catalano.

Un’altra edizione sicuramente da ricordare fu quella del 1945, vinta da Bernardo Ruiz. Per festeggiare i 25 anni del Giro di Catalunya, la corsa durò ben due settimane! Le 14 tappe si snodarono attraverso tutte e quattro le province della Catalunya. Tra le città toccate, oltre ai grandi classici di Reus e Manresa, anche Tortosa nel sud della regione, La Seu d’Urgell nei Pirenei, Palafrugell vicino al mare e Lloret de Mar in Costa Brava. Ed è stata sempre la celebre Lloret de Mar il punto di partenza per la corsa del centenario, disputata nel 2011 e vinta dall’italiano Michele Scarponi.

Sali in sella anche tu per scoprire la Catalunya!

Il ciclismo agonistico di cui la Catalunya è grande esponente appassiona senza dubbio gli amanti dello sport all’aria aperta. Ma bicicletta è anche un mezzo favoloso che ti permette di scoprire in modo tutto green le bellezze della regione! Proprio per la sua vocazione al ciclismo, molte aree della Catalunya si prestano perfettamente al cicloturismo. E se non hai alle spalle l’allenamento necessario per ripercorrere le lunghe tappe delle edizioni più adrenaliniche del Giro di Catalunya, nessun problema! Il bello delle ciclovie catalane è che non è sempre necessario essere esperti, ma basta l’entusiasmo di mettersi in sella per scoprire il paesaggio in modo diverso.

Qualche suggerimento? In Costa Brava, sui Pirenei e nelle Terres de l’Ebre sono molte le vie verdi da percorrere anche su due ruote. E se cerchi una destinazione davvero vocata agli itinerari in bicicletta, scegli Cambrils o Salou sulla Costa Daurada! Entrambe le città hanno ricevuto il sigillo di Destinazione Turistica Sportiva, con particolare attenzione proprio al Cicloturismo. I loro percorsi seguono il litorale e si avventurano nella natura dell’entroterra: non ti deluderanno. E magari, mentre pedali nel verde con la brezza che ti rinfresca il viso e ti rinvigorisce lo spirito, ti faranno sentire per un momento come i grandi campioni del mitico Giro di Catalunya!

Ente del Turismo della Catalunya
@catalunyaexperience

Trekking Aigüestortes i Estany de Sant Maurici
Lo stadio del BarçaDani Aznar © FC Barcelona
Giro di Catalunya arrivo
FC Barcelona: la storia, i luoghi e le curiosità del mitico Barça
Turismo attivo mountain bike
Vie verdi bicicletta
Cammino di Santiago Catalunya
Montserrat veduta tramonto
X