• Figueres

    La patria di Salvador Dalí: i musei e i luoghi simbolo del capoluogo dell’Alt Empordà

Nel nord della Catalunya, nella provincia di Girona, c’è una graziosa città di cui ti innamorerai. Si tratta di Figueres, il capoluogo dell’Alt Empordà. A soli 15 chilometri dal mare, si trova ai piedi dei Pirenei ed è circondata da parchi naturali: una posizione fortunata che si riflette nella sua gastronomia, un mix di mare e monti tutto da gustare. Senza parlare del vino, dal momento che la zona dell’Empordà è una nota DO vitivinicola!

Su tutto, c’è però un elemento che ha reso Figueres famosa oltre i confini della Catalunya: essere la città natale di Salvador Dalí, tutt’oggi sede di un particolarissimo museo a lui dedicato. Oltre all’immancabile tuffo nel mondo poliedrico di questo artista, è un piacere perdersi fra le vie curate della città, tra i monumenti che ne segnano la storia antica e le strade dello shopping del centro storico, il Rovell de l’Ou. Provare per credere!

I musei di Figueres: da Dalì alla viticoltura

Non puoi fare sosta a Figueres senza visitare il Teatro-Museo Dalí, vero tempio del Surrealismo voluto, concepito e realizzato da Dalí stesso per la sua città. Le gigantesche uova che sormontano la struttura e la cupola reticolata, divenuta il simbolo di Figueres, sono solo l’inizio di un viaggio nel genio di una delle personalità artistiche più eccentriche di sempre!

Benché sia il più noto e visitato, il Teatro-Museo Dalí non è l’unico della città. Se ami l’arte, ritaglia un momento per visitare il Museo dell’Empordà. La sua collezione permanente espone pezzi che vanno dall’archeologia alla pittura del ‘900, passando per le sculture medievali e l’arte barocca, il tutto con particolare attenzione alla storia di Figueres e della sua comarca.

A pochi passi, trovi anche il Museo del Giocattolo con più di 4000 esemplari che ripercorrono la storia di come giocavano i bambini nel passato. E sì, anche bambini che poi sono diventati personalità famose: fra i donatori, spiccano nomi come Salvador Dalí, García Lorca e Joan Miró. Appena fuori dal centro storico, invece, c’è il Museo della Tecnologia dove puoi ammirare affascinanti oggetti del passato in cui si fondono funzione pratica e design. C’è proprio di tutto: dagli orologi a pendolo alle macchine da scrivere!

Passeggiando per la città: il patrimonio culturale

Oltre ai musei, anche una passeggiata per le strade di Figueres ti permette di conoscere il suo patrimonio culturale. Lasciati incantare dal Castello di Sant Ferran, la fortezza moderna più grande d’Europa. Costruito nel ‘700, poteva ospitare fino a 4000 uomini! Se sali fino ai suoi bastioni per visitarlo, scoprirai quanto fosse sofisticata al tempo l’ingegneria militare. Anche lo stile modernista tipico della Catalunya ha lasciato alcune tracce in città: due tappe esemplari sono il Casino Menestral e l’edificio dei vecchi macelli.

Come nella migliore tradizione iberica, la strada più iconica di Figueres è La Rambla, situata fra il centro storico e la parte più nuova della città. Risale al 1828, quando si decise di coprire alcuni canali per ragioni di igiene: lo spazio divenne così il luogo di passeggio per antonomasia. Se ti concedi un po’ di “struscio” – e un po’ di shopping! – lungo il suo asse, ti accorgerai della grande varietà di stili che caratterizza i suoi edifici: barocco, neoclassico, modernista e razionalista. E scoprirai anche un altro cittadino illustre di Figueres grazie a un monumento a lui dedicato: Narcís Monturiol, il cui merito fu di costruire il primo sottomarino.

Nel cuore della città, la chiesa di Sant Pere è una bella testimonianza di architettura gotica. La chiesa affaccia su una delle numerose piazze di Figueres. Spazi accoglienti, punteggiati di graziosi caffé dove puoi sostare per un momento di relax. Qualche nome? La centralissima Plaça de l’Ajuntament, in stile neoclassico, Plaça de les Patates circondata da portici, e Plaça Josep Pla dove trovi anche un bel parco giochi per bambini.

E sono sempre le piazze a ospitare il mercato settimanale di generi alimentari. Se vuoi vivere Figueres come farebbe un locale, puoi recarti a Plaça del Gra e fare acquisti nel mercato sotto l’antica struttura in ferro. Lo sapevi che qui sotto puoi anche visitare uno dei 15 rifugi anti-aerei costruiti a Figueres durante la Guerra Civile Spagnola? Altrimenti, a neanche 300 metri, puoi fare tappa al mercato nuovo di Plaça de Catalunya, una struttura moderna a risparmio energetico con curiose statue disseminate tutte attorno. 

Percorsi e ciclovie attorno alla città

Figueres si trova al centro di un piacevole scenario naturale e diventa il punto di partenza per percorsi da fare a piedi o in bicicletta, alla scoperta dei suoi dintorni e dell’Alt Empordà. Se ti piace esplorare i luoghi che uniscono natura e storia, hai molte opzioni. Fra le ciclovie più facili, che puoi affrontare anche senza un allenamento precedente, c’è il tratto Figueres-Roses: 22 chilometri di sentieri ben segnalati, senza dislivelli importanti, che ti porteranno nell’affascinante Parco Naturale Aiguamolls de l’Empordà.

E per finire, Figueres è anche una tappa del Cammino di Santiago nel tratto che attraversa la Catalunya. Se ami il Cammino o se vuoi cominciare a scoprirlo proprio qui, puoi cimentarti nel tragitto da Figueres a Bàscara. Attraverserai piccoli paesi ricchi di siti preistorici, rovine romane, antiche chiese e fattorie. Un modo tutto green per visitare i dintorni di questa città, il suo paesaggio e la sua storia. Come vedi, Figueres ha tanti volti, uno più interessante dell’altro: da quale vuoi cominciare?

Ente del Turismo della Catalunya
@catalunyaexperience

Tossa de Mar panorama
Punta Po-roig a Salou panorama
Calella de Palafrugell veduta
Palau de la Música Catalana, la Sala Concerti
X