• Palafrugell

    Scenari da cartolina sul litorale catalano tra villaggi medievali, cammini di ronda e vigneti

Palafrugell è una delle città principali del Baix Empordà e racchiude nel territorio del suo comune tre tappe imperdibili della Costa Brava: Calella de Palafrugell, Llafranc e Tamariu. Questo ne fa un punto di partenza ideale per esplorare sia gli scenari da cartolina che il litorale catalano regala in questo tratto, fra spiagge e calette da sogno, sia l’entroterra, dalle cantine della DO vitivinicola dell’Empordà ai borghi medievali come Pals, Begur e Peratallada.

Se ti trovi a Palafrugell, prima di lanciarti alla scoperta della costa e dell’entroterra comincia visitando il suo particolare Museo del Sughero. A testimonianza di una longeva tradizione della zona, il museo ti propone un assaggio della trasformazione artigianale del sughero nei più disparati prodotti. Si tratta di una tipicità di zona: nell’area catalana, infatti, Palafrugell è stata nei secoli un’indiscussa protagonista di questa particolare industria. Scopri la storia del suo sughereto, acquista qualche speciale souvenir e non dimenticarti di apprezzare la struttura che ospita il museo, una fabbrica dismessa progettata in stile modernista ai primi del ‘900.

Girato l’angolo trovi il Museo Can Mario che ospita una nutrita collezione di sculture moderne allestita nel 2004 grazie al lavoro della Fundació Vila Casas. Anche qui, le opere d’arte dialogano con lo spazio che le ospita: un’antica fabbrica di tappi con la sua cisterna modernista che, nel tempo, è diventata il vero e proprio simbolo dello skyline di Palafrugell. In città, l’attenzione verso le arti è grande, così come è vivace la sua scena culturale. Ne è testimone anche la Fondazione Josep Pla, voluta nel 1973 dallo stesso scrittore catalano originario proprio di Palafrugell. Oggi la fondazione si trova nella casa natale di Pla e ne promuove la diffusione dell’opera letteraria e giornalistica.

Calella de Palafrugell, Llafranc e Tamariu

Nell’area del comune di Palafrugell, a pochi chilometri dalla città, puoi scoprire uno dei tratti più strepitosi della Costa Brava grazie a un vero trio delle meraviglie: Calella de Palafrugell, Llafranc e Tamariu. Con la loro atmosfera da borgo marinaro di una volta, questi tre piccoli villaggi costieri ti ammalieranno con le loro casette bianche, le stradine strette e le barche dei pescatori ormeggiate sulla spiaggia. Dall’uno all’altro borgo, lasciati trascinare alla scoperta di magiche insenature, acque cristalline e scogliere mozzafiato, con cammini di ronda entusiasmanti per cimentarti con qualche itinerario di trekking tra una giornata in spiaggia e una sessione di snorkeling. In quanto a spunti per trascorrere giornate all’aria aperta in un meraviglioso contesto naturale, sulla costa di Palafrugell hai solo l’imbarazzo della scelta!

Comincia dedicando un po’ di tempo alla scoperta di Calella de Palafrugell. Il suo pittoresco quartiere marittimo è stato dichiarato bene di interesse nazionale e si trova proprio alle spalle di Platja Port Bo, la sua spiaggia principale. È proprio qui, sulla sua sabbia fine, che ogni primo sabato di luglio prende vita l’evento musicale più atteso della zona: la Cantada d’Havaneres. La musica è molto presente nelle tradizioni e negli eventi catalani, qui in particolar modo. Se vuoi partecipare a un appuntamento fisso dell’estate in Costa Brava, non perderti il Festival Musicale di Cap Roig. Grandi nomi della musica e della danza si esibiscono ogni anno nello scenario naturale del castello e dei giardini omonimi, a pochi km da Calella de Palafrugell. Il promontorio, infatti, ospita il ricchissimo orto botanico di Cap Roig che, oltre a essere la cornice unica di un evento così rinomato, custodisce specie vegetali da tutti i cinque continenti.

Da Calella de Palafrugell continua poi verso Llafranc, magari lungo il cammino di ronda che separa le due località. Anche qui trovi l’atmosfera tipica dei piccoli borghi costieri catalani, con una spiaggia urbana di circa 300 metri a pochi passi da tutti i principali servizi. Oltre a rilassarti sulla sua finissima sabbia e a concederti un bagno nelle sue acque meravigliose, prenditi un momento per visitare il complesso di Sant Sebastià de la Guarda, arroccato su un promontorio a circa 180 metri sul livello del mare. Qui puoi scoprire un sito archeologico iberico datato VI-I secolo a.C., un eremo, una foresteria del ‘700, un faro del ‘900 e una torre di guardia risalente al ‘400. Se ami i panorami mozzafiato, sali sulla torre e goditi la vista: lo sapevi che un tempo serviva per vigilare la costa e avvistare in anticipo l’arrivo di pirati e corsari? Non a caso, offre ancora oggi uno dei panorami migliori della Costa Brava!

Se Llafranc e Calella de Palafrugell sono una accanto all’altra, a circa 6 chilometri di curve da Llafranc trovi la terza perla del litorale di Palafrugell: Tamariu. Il suo nome deriva dai cedri che popolano, assieme ai pini, i dintorni della sua Platja Gran. Come per le altre due località, anche qui è normale trovare le imbarcazioni ormeggiate sulla sabbia, un lungomare che connette la spiaggia all’abitato e i tipici edifici bianchi che riflettono tutto il sole della Costa Brava.

Begur, Pals, Peratallada e l’entroterra

Ma i dintorni di Palafrugell hanno anche un’altra particolarità: quella di unire alla bellezza del mare l’unicità di alcuni borghi medievali perfettamente conservati, tra i più suggestivi della Catalunya. A soli 8 chilometri da Palafrugell, Begur ti accoglie con il suo spirito autentico: immerso in un meraviglioso scenario naturale, a 200 metri di altezza, questo paese di impianto medievale è pur sempre vicinissimo al mare. Le sue baie ti permettono di vivere appieno tutta l’essenza e la varietà del paesaggio mediterraneo. Se ami il comfort non perderti l’ampia spiaggia Sa Riera, ma se preferisci un contesto più selvaggio fai tappa sugli scogli di Aiguafreda.

Se invece cerchi un’esperienza che unisca queste due anime, scegli la spiaggia di ghiaia Sa Tuna, un bellissimo borgo con case bianche e portoni colorati che non vorrai più lasciare: per arrivare alla spiaggia, lunga circa 80 metri, devi affrontare una stradina tortuosa, ma la fatica vale davvero la pena. Per di più, da Sa Tuna puoi arrivare alla vicina spiaggia di S’Eixugador, raggiungibile solo da qui oppure via mare: un vero spettacolo!

Ma le sorprese della costa vicino Palafrugell non finiscono qui. Da Begur puoi imboccare un cammino di ronda con vista su splendidi scorci e fondali fino alla Platja Gran di Pals, un’immensa spiaggia che misura quasi 3 chilometri. La sua particolarità è di unire una zona urbanizzata dotata di numerosi servizi a un ambiente naturale più selvatico, fatto di dune sabbiose e sentieri da percorrere a piedi o in bicicletta. Se ti piacciono le onde e le acque profonde, qui sei nel posto giusto!

Tornando nell’entroterra puoi fare tappa nel paese di Pals, affascinante borgo medievale a soli 7 chilometri da Palafrugell. Goditi una passeggiata nel suo centro storico fortificato, ammira la Torre delle Ore con la sua pianta circolare e la chiesa di Sant Pere. Oltre ai monumenti del percorso medievale, lasciati incantare dalle stradine e dai loro particolari: le finestre gotiche delle case, gli archi che compaiono all’improvviso, i pozzi e gli scorci tra un’abitazione e l’altra. Il borgo si erge su una piccola montagna e, salendo, raggiungi il belvedere del Pedró, da cui si gode una vista stupenda che da una parte arriva fino alle Isole Medes e dall’altra spazia sulla pianura dell’Empordà.

E siccome non c’è due senza tre, a pochi chilometri da Pals, ti aspetta il terzo borgo medievale che caratterizza il Baix Empordà nonché uno dei meglio conservati in Catalunya: Peratallada. Il miglior modo per conoscere questa cittadina fortificata, di origine feudale, è perdersi tra le sue vie tortuose e sostare all’ombra dei portici che circondano la sua Plaça Major. Se l’entroterra catalano ti affascina, dopo il tuo tour dei borghi medievali riserva un po’ di tempo per esplorare le case coloniche nei dintorni, come Mas Roig a Fontanilles, dove puoi anche pernottare in mezzo alla natura.

Tornando verso Palafrugell, puoi fare invece tappa in una o più cantine della zona. Il Baix Empordà, infatti, è assieme all’Alt Empordà una zona a vocazione vitivinicola riconosciuta come denominazione d’origine. Scopri i vigneti, le etichette e tutte le esperienze a tema vino che ti aspettano presso le numerose cantine della zona. Il celler più vicino a Palafrugell è Mas Oller, a Torrent: una piccola azienda vinicola immersa in una piacevole atmosfera rurale, equipaggiata addirittura con uno spazio gioco per bambini.

Come vedi, scegliere Palafrugell come punto di partenza per la tua vacanza a tutta Catalunya è una garanzia per conoscere gli aspetti più caratteristici della regione in un anello di pochi chilometri. Dalle calette mozzafiato agli antichi feudi medievali, dai villaggi di pescatori ai vigneti pregiati, lasciati incantare da questo angolo paradisiaco di Empordà e Costa Brava!

Ente del Turismo della Catalunya
@catalunyaexperience

Tossa de Mar panorama
Punta Po-roig a Salou panorama
Calella de Palafrugell veduta
Palau de la Música Catalana, la Sala Concerti
X