the family company
@thefamilycompany

Spiagge come quelle di Sa Boadella e Santa Cristina non solo ti lasciano a bocca aperta, ma ti entrano direttamente nel cuore.

Ci troviamo a Lloret de Mar, nel cuore della Costa Brava: una cittadina nota per il divertimento e la vita notturna ma, in realtà, perfetta anche per le famiglie con bambini. Lo sapevi, ad esempio, che è certificata come Destinazione di Turismo Familiare? Questo marchio certifica tutte quelle località della Catalunya che garantiscono un’ampia offerta per le famiglie grazie alle numerose strutture family-friendly e alle tante attività a misura di bambino.

Le spiagge di Lloret de Mar

La spiaggia più grande di Lloret è la Platja de Lloret: si trova proprio di fronte al centro cittadino, è lunga circa un chilometro e mezzo e offre servizi completi e tante attività di intrattenimento, incluso giochi e miniclub. Per questo motivo, come è facile prevedere, in alta stagione può risultare alquanto affollata.

A Platja de Lloret abbiamo partecipato ad una escursione di snorkelling, insieme alle guide di Casa del Mar.

The Family Company © ACT

Il loro chiosco si trova all’estremità destra della spiaggia (tenendo il parcheggio alle spalle). Una volta arrivati, si prende a noleggio l’attrezzatura (muta, pinne, maschere e boccaglio), si fa un breve brief con le guide e poi si va in mare. L’escursione dura un’oretta circa (a seconda della resistenza dei bimbi) e si procede in tutta sicurezza, alla scoperta degli abitati del mare: una vera lezione di biologia marina fuori dai banchi di scuola. Consigliatissimo per i bambini più grandicelli (dagli 8 anni in su).

Oltre alla spiaggia principale, ci sono poi diverse calette che sono assolutamente da non perdere. Le nostre preferite sono state senza dubbio Cala Sa Boadella e Platja de Santa Cristina.

Sa Boadella è forse la meno accessibile e, per questo, è anche la più tranquilla. Per arrivarci, è necessario lasciare l’auto lungo la strada che sale fino ai Giardini di Santa Clotilde e percorrere a piedi uno sterrato di circa 200 metri. All’arrivo, però, si verrà ricompensati da un paesaggio mozzafiato e da un mare caraibico.

The Family Company © ACT

La spiaggia è piccola, poco più di 250 metri, e accoglie sia bagnati tradizionali che nudisti; questi ultimi però si concentrano in genere nella zona rocciosa della cala. Inoltre, offre pochi servizi, per cui porta con te acqua, qualcosa da mangiare e non dimenticare cappellini e crema solare!

Santa Cristina invece si trova tra due grandi promontori che la proteggono dai venti: ecco perché il suo mare, di un verde acqua indimenticabile, è quasi sempre calmo. Per arrivarci, bisogna parcheggiare all’eremo di Santa Cristina e percorrere il sentiero che scende fino alla spiaggia.

E il pollo di Pedro?

Il pollo di Pedro è stata la vera scoperta della nostra breve vacanza a Lloret de Mar: Un’istituzione tra i locals e una assoluta prelibatezza per buongustai di tutte le età.

Per assaggiarlo, bisogna andare al ristorante La Campana (consigliata la prenotazione) che si trova nel quartiere vecchio di Lloret – a due passi dal lungomare, ma leggermente defilato rispetto al suo allegro caos. Insomma, non ci si passa per caso – bisogna cercarlo. Questo significa che, pur essendo tra i ristoranti più famosi della città, conserva quel fascino discreto, lontano dalle logiche del turismo di massa.

L’atmosfera del locale è un tuffo nella vecchia Spagna – quella tipica e caratteristica, fatta di legno, vetrate colorate e pietra bianchissima. Ma la vera particolarità di questo ristorante è il menù, racchiuso in pochissime righe: una ghiotta selezione di antipasti e poi pollo allo spiedo, rigorosamente cotto a legna e aromatizzato con una salsina lievemente speziata che non si dimentica.
A scriverlo sembra quasi riduttivo, ma credimi – qui si mangia il miglior pollo della Costa Brava e uno dei migliori di tutta la Catalunya! E, per mamma e papà, un consiglio: innaffiatelo con della caratteristica sangria, superlativa quella di Cava.

The Family Company © ACT
the family company

Viaggio, appena posso, insieme ai miei bimbi. Perché grazie ai viaggi, diventeranno sempre più consapevoli che la vera ricchezza di questo nostro mondo risiede nella diversità. Senza di essa, saremmo orfani delle infinite possibilità che la vita ha da offrire. Voglio che diventino cittadini del mondo, per essere capaci, un giorno, di migliorarlo.

@thefamilycompany