• Viaggio tra l’artigianato e le ceramiche della Catalunya

Non si può certo dire che il popolo catalano non sia creativo! La Catalunya ha infatti dato i natali ad alcuni dei più grandi artisti al mondo: basta citare Gaudì e Dalì. Ma la regione iberica si distingue anche nel mondo dell’artigianato e della ceramica. Oggi, infatti, puoi ancora trovare centinaia di artisti che lavorano egregiamente i materiali più disparati, dando forma a vere e proprie opere d’arte. Ed è la ceramica a farla da padrona, insieme ai tessuti e al legno.

Da Gaudì alla ceramica simbolo della Catalunya

Se ti capita di passeggiare tra i mercatini dell’artigianato disseminati in tutta la Catalunya oppure tra le viuzze delle città catalane, noterai una presenza costante: creazioni in ceramica e in mosaico. La tradizione ceramica catalana affonda le radici nella storia artistica del territorio, e non possiamo non nominare Antoni Gaudì! Il celebre artista di Reus ha infatti reso celebre il “Trencadís”, uno degli elementi chiave dell’architettura modernista catalana. Il trencadís si distingue dal mosaico in quanto manca una grammatica compositiva: i frammenti ceramici vengono infatti utilizzati senza un’apparente relazione, ma i risultati parlano da soli. Pensiamo a Casa Batlló o a Parc Güell!

Oggi, oltre ad ammirare le opere moderniste in tutta la Catalunya, puoi portare a casa con te splendidi esempi di artigianato ceramico che trovi nelle botteghe storiche di Barcellona, Girona e Tarragona, ma anche nei vari piccoli paesini.

Il nostro consiglio: visita la cittadina La Bisbal d’Empordà, nella zona enoturistica dell’Empordà. Qui scoprirai una lunga e radicata tradizione ceramica, che confluisce nel Museu de la Ceràmica!

La tradizione tessile

Accanto alla ceramica, la Catalunya vanta una grande e storica tradizione tessile. A testimoniarlo le colonie tessili che furono create lungo i fiumi, per sfruttare l’energia idrica e che ancora oggi puoi visitare. Lungo il fiume Llobregat scopri Puig-Reig o Gironella, con i suoi mulini. E se vuoi scoprire un piccolo gioiello di Gaudí non perdere Colònia Güell, una fabbrica-villaggio molto simile all’italiana Crespi d’Adda.

La tradizione tessile si è tramandata fino ai giorni nostri, e quindi nei negozi artigianali troverai tessuti e creazioni che esprimono secoli di storia. Il nostro suggerimento: la città di Igualada è un punto di riferimento commerciale della Catalunya, soprattutto nel settore tessile.

A proposito di abbigliamento e accessori, anche la lavorazione della pelle è un’attività artigianale molto radicata sul territorio. Sui mercati e nei negozi laboratoriali, troverai tantissime possibilità di acquisto!

Intaglio del legno

Mobili, oggetti decorativi, giocattoli. L’intaglio del legno è un’altra grande tradizione artigianale catalana. Puoi vedere con i tuoi occhi questi piccoli capolavori non solo nei laboratori di arredamento a Barcellona, ma anche durante le feste per le vie di città e paesini. Statuette e oggetti decorativi, soprattutto accompagnati alle tradizioni natalizie catalane, sono il vero e proprio punto forte dell’artigianato del legno!

E che dire dei giocattoli? Per scoprire la lunga tradizione, ti consigliamo una visita al Museo del Giocattolo di Figueres, patria di Salvador Dalì. Oltre 4000 esemplari che ripercorrono la storia di come giocavano i bambini nel passato. Tra i donatori, spiccano nomi come Salvador Dalí, García Lorca e Joan Miró.

Con queste piccole dritte, parti alla scoperta dell’artigianato catalano. E ricorda: il miglior modo di scoprire un territorio è lasciarsi trasportare dalla storia e dalle tradizioni che ancora vivono nei piccoli centri, così come nelle grandi città. Ci vediamo in Catalunya!

@Daniel-Punseti.-Arxiu-Imatges-PTCBG_G
@Achim Meurer
@freepick
© Copyright 2024 | Ente ufficiale del Turismo della Catalunya | P.Iva: ES S0800470G | Credits