Quando si pensa alla Catalunya si pensa spesso al mare, ma la Catalunya non è solo mare ma anche paesaggi montuosi. Ci sono persone che amano l’estate ma naturalmente ci sono anche quelle che amano l’inverno. Se la vostra famiglia fa parte del secondo gruppo allora qui troverete tante informazioni utili per poter organizzare le vostre prossime vacanze invernali.

Marc Gasch © ACT

I Pirenei catalani hanno ben 650 km di piste sciistiche di diversi livelli di difficoltà. Uno dei posti più famosi è Vall de Núria, che si trova nei Pirenei orientali a 2000 metri di altitudine.

Qui potrete venire in giornata, ma sarebbe ancora meglio passare qualche giorno con la vostra famiglia, perché a Vall de Núria c’è l’albergo che vi offre servizio di hotel oppure potete anche prendere un appartamento per stare più comodi. Per arrivarci bisogna prendere il treno che parte da Ribes de Freser per 40 minuti di viaggio durante il quale potrete ammirare il paesaggio che piacerà tantissimo ai bambini; che rimarranno a bocca aperta.

Una volta arrivati a destinazione potrete scegliere quale pista provare: ci sono ben 11 piste per gli sci alpini di tutti i livelli. Se avete bambini che non sanno sciare non dovete preoccuparvi, qui troverete anche la scuola di sci e di snowboard. I papà coraggiosi possono, invece, immergersi sotto il ghiaccio. Questa attività è adatta solo alle persone maggiorenni e che hanno un certificato, ma di sicuro sarà una sfida unica mai provata prima.

Se invece i vostri bambini non vogliono sciare c’è un posto a loro dedicato dove li fanno divertire, si tratta di El Cau de la Marmota. Qui potranno fare diverse attività, sia al chiuso che all’aperto, e potranno giocare con altri bambini mentre voi genitori potrete passare qualche ora sugli sci.

Marc Gasch © ACT

Un altro posto dove poter portare i bambini per le vacanze invernali è la Vall de Boí, un comune di 870 abitanti dove si trovano anche le otto chiese romaniche catalane che sono state nominate patrimonio dell’umanità dell’UNESCO nel 2000. Qui troverete anche l’unico parco nazionale della Catalunya dove potrete ammirare laghi, fiumi cascate e palude, ecco perché i bambini saranno entusiasti di visitare questa regione.

Il Parco Nazionale de Aigüestortes i l’Estany de Sant Maurici offre tante attività durante tutto l’anno. Tra quelle invernali, vi consiglio una passeggiata con le ciaspole. Uno dei posti dove poter andare a sciare è Boí Taüll che offre una vasta gamma di attività da fare sulla neve. Per i bambini dai 2 anni in su c’è servizio di nursery dove poter lasciare i vostri bambini per godervi una discesa in sci: una vera e propria esperienza sciistica da non dimenticare e visto che è un parco molto ampio qui le code non esistono! Questo parco in inverno è completo di tutto ecco perché non potrete trovarne un altro di questo livello. Qui potrete trovare le otto chiese appartenenti al Patrimonio dell’Unesco e visitarle con i vostri figli, in modo che possano fare anche un’attività culturale.

Se invece volete rilassarvi allora la soluzione giusta sono le terme di Caldes de Boí situate a un’altitudine di 1500m, all’ingresso del parco nazionale e circondate dalla natura. Oltre ai poteri curativi e rilassanti delle sue acque, vanta un paesaggio di magnifica bellezza. Il centro termale utilizza trentasette sorgenti naturali di acque minerali e medicinali che vanno dai 4° C fino ai 56 ° C e che sono state dichiarate di interesse pubblico il 20 dicembre 1887. Potete anche alloggiare nell’albergo delle terme, così, quando avrete voglia, potete mettervi in accappatoio e immergervi nell’acqua calda.

My family passport @ ACT

Nei Pirenei si trova anche il borgo Besalú, da visitare il centro storico e gli antichi bagni ebraici. Uno dei posti che dovete far vedere assolutamente ai vostri figli è il Museo de Miniatures i Microminiatures. Fidatevi, rimarranno davvero a bocca aperta perché all’interno c’è la più completa e variegata collezione di miniature in Europa. Qui si trovano più di 2000 pezzi creati da artisti di tutto il mondo. All’interno del museo ci sono diverse stanze e in ogni stanza potrete vedere le miniature diverse fino ad arrivare nell’ultima dove potete osservare delle micro-miniature, creazioni fino a 100mila volte più piccole della realtà. Questo museo è davvero eccezionale e ai bambini di sicuro piacerà tantissimo.

La zona vulcanica della Garrotxa ogni anno è la meta preferita dei turisti grazie ai suoi 40 coni vulcanici e più di 20 flussi di lava. Se i vostri figli invece sono molto affascinati dai vulcani allora dovete portarli al museo del Vulcano dove potranno vedere i fenomeni sismici e vulcanici e i principali ecosistemi presenti nella contea. Le spiegazioni vengono fornite attraverso modelli in scala, illustrazioni, video interattivi e un simulatore di terremoti che consente ai visitatori di sperimentare i terremoti che hanno scosso la città di Olot nel XV secolo.

Ad Olot potete fare anche diversi workshops in famiglia, così potrete divertirvi tutti insieme. Potrete produrre insieme il formaggio oppure vedere l’elaborazione del formaggio stagionato e alla fine anche degustare quello che preparate!

Inmedia Solutions @ ACT

Come potete vedere i Pirenei offrono molto di più di quello che ci si può immaginare. Tra i piccoli paesi dove il tempo sembra si sia fermato ai secoli scorsi fino alle vette altissime e sentirsi liberi sulle piste di sci, questa regione ogni volta ci stupisce. Non solo in estate ma anche in inverno, i bambini in montagna si divertono, che sia una lezione di sci oppure una camminata con i genitori, da qui i bambini non vorranno tornare a casa. Una volta passati da qui ritornerete sicuramente di nuovo perché la Catalunya offre davvero tanto alle famiglie e ai bambini e proprio quest’ultimi, con i loro sorrisi, fanno capire quanto è bella questa comunità.

Dragana Radosevic

ll blog Mamma al Top di Dragana Radosevic è nato con l’idea di condividere, fin dl 2011 non solo outfit, ma anche consigli di viaggio, segreti di bellezza e ricette legate anche al mondo kids e famiglia. Uno spazio virtuale ricco di contenuti e condito dalla presenza anche dal meraviglioso bambino di Dragana, Mario.

Dragana Radosevic