• Parco Naturale della Garrotxa

    Vulcano di Santa Margarida, Pirenei.

Pirenei Parco Naturale della Garrotxa

Se vuoi scoprire un territorio la cui origine vulcanica ha creato uno spettacolo naturale unico e donato al territorio fertilità e ricchezza biologica, non puoi perderti il Parc Natural de la Zona Volcànica de la Garrotxa e i colori cangianti che la natura qui sfoggia tutto l’anno.

Il Parco è situato nella provincia di Girona, nel nord-est della Catalunya, nella regione di La Garrotxa. Ha al suo interno 26 riserve naturali – come la Fageda d’en Jordà e il vulcano Croscat–  ed è considerata l’area vulcanica più grande e meglio conservata della penisola iberica e protetta per il suo interesse botanico e geologico. Ci sono 40 coni vulcanici inattivi e più di 20 flussi di lava basaltica. I vulcani più emblematici sono quelli di Santa Margarida, Montsacopa e Croscat, il più grande e il più giovane della penisola iberica.

L’ultimo episodio eruttivo si è verificato circa 11.500 anni fa e la maggior parte dei vulcani sono stati creati in due fasi eruttive: la prima causata dai materiali che sono stati depositati e la seconda a causa di colate laviche che erodono i coni vulcanici dando loro una forma a ferro di cavallo in alcuni casi. I flussi di lava che emettevano i vulcani occupavano i corsi dei fiumi e contribuivano a rendere fertili le pianure e le valli dove avvenivano. Così un mix perfetto di orografia, suolo e clima ha dato vita a una vegetazione varia, a cavallo fra il paesaggio mediterraneo e centro-europeo.

Terra fertile di origine vulcanica

Più di mille specie crescono nel Parco, con predominanza dei boschi di lecci, in particolare a bassa quota, sul versante meridionale dei Pirenei, querce e faggi, tra cui la Fageda d’en Jordà, che sembrerà portarti in un mondo fiabesco. Anche la fauna è caratterizzata da grande diversità, grazie ai diversi ambienti che caratterizzano il territorio.

Attività per tutti durante tutto l’anno

La proposta di attività all’interno della zona protetta è molto varia: equitazione, ciclismo e mountain bike, visite guidate e divulgazione geologica e naturalistica sono solo alcune degli svaghi che potrai concederti. Nel Parco esistono una serie di 28 itinerari da percorrere a piedi che attraversano i luoghi di maggiore interesse. Sono itinerari vari, di tutti i livelli e la maggior parte sono segnalati. È anche disponibile una sedia speciale – Joëlette – in modo che tutti coloro con mobilità ridotta possano godere di attività escursionistiche o accedere a zone con terreni più inaccessibili e irregolari.

Paradiso per gli escursionisti

Alcuni dei percorsi da non perdere sono: Fageda d’en Jordà, i vulcani di Santa Margarida e del Croscat, Cingleres, il Montsacopa, Batet de la Serra, insieme e molti altri angoli nascosti. Scoprili con i tuoi stessi occhi, per vivere un’esperienza unica.

Gli itinerari del Parco Naturale si collegano spesso con quelli della rete di sentieri Itinerànnia permettendo di accedere a piedi direttamente a un qualsiasi altro punto de La Garrotxa, de El Ripollès o dell’Alt Empordà. Ma non pensare che il Parco sia solo natura. Al suo interno ingloba un patrimonio storico culturale di prim’ordine con chiese e castelli, zone rurali con case coloniche, antichi nuclei medievali e monumenti romanici, edifici modernisti e l’interessante Museo del Vulcano.

Una veduta del sentiero El Cinquè Llac nei PireneiFraintesa © ACT
Estany de Sant Maurici, Pirenei
Vulcano di Santa Margarida, Garrotxa, Pirenei
Chiesa romanica di Barruera, Pirenei
Santuario della Vergine nella Valle di Núria, Pirenei
La Patum, Ballo dei Diavoli
X