• Parc de la Ciutadella e Zoo di Barcellona

    Un polmone verde nel centro di Barcellona

Il Parc de la Ciutadella è il polmone verde di Barcellona, situato nell’elegante quartiere La Ribera, a poca distanza sia dalla Ciutat Vella sia dalla Barceloneta. Tra le numerose attrazioni che ospita c’è anche il celebre Zoo della città, un luogo di grande fascino dove ammirare specie animali da tutto il mondo. Del resto, La Ribera è una zona ricca di punti imperdibili come Carrer de Montcada con il Museo Picasso, il Museo del Cioccolato, il Palau de la Música Catalana, El Born e Santa Maria del Mar. Tra una tappa e l’altra, l’ideale è concedersi una giornata a passeggio tra la natura del parco, le sue attrazioni principali e fauna selvatica dello zoo.

Le tappe principali del Parc de la Ciutadella

Il Parc de la Ciutadella si chiama così perché sorge sugli antichi terreni della fortezza cittadina, demolita nel 1869 dopo un solo secolo di vita. Questa scelta costituì una vera e propria svolta per Barcellona. Il parco che prese il suo posto, infatti, fu progettato dall’architetto Josep Fontseré per ospitare l’Esposizione Universale del 1888. Per lo stesso motivo fu arricchito di particolari strutture e attrazioni, testimonianze storiche che tutt’oggi continuano a incantare. A nord-ovest del parco, per esempio, il Passeig de Lluís Companys è limitato dall’ Arc de Triomf progettato da Josep Vilaseca. Si tratta di un monumento molto singolare, in cui il rosso del mattone si sposa in modo bizzarro con abbondanti decorazioni moderniste e mudéjar. Un’entrata davvero trionfale concepita come punto di ingresso all’Esposizione Universale.

Castell dels Tres Dragons

Un altro edificio rimasto in piedi dopo il prestigioso evento internazionale è il Castell dels Tres Dragons, il Castello dei Tre Draghi. L’affascinante struttura è un capriccio di gusto modernista progettato dal celebre architetto Domènech i Montaner, lo stesso che progettò il Recinte Modernista de Sant Pau e il Palau de la Música Catalana. Fermati ad ammirare i grandi stemmi che ornano la sua facciata, tra palme e fontane. Lo sapevi che durante l’Esposizione Universale questa splendida architettura ospitava il caffè-ristorante? Dal 1920, invece, ospita il Museo di Zoologia.

Il Desconsol e il Parlamento Catalano

Un’altra tappa artistica nel Parc de la Ciutadella è il Desconsol, una suggestiva statua nel mezzo di uno stagno ovale in Plaça de Joan Fiveller. Rappresenta una ragazza inginocchiata con il capo chino, il viso coperto dai capelli e le mani giunte. A guardarla, sembra quasi galleggiare a pelo d’acqua assieme alle ninfee. Con la prima versione di questa opera, che rappresenta la malinconia, lo scultore Josep Llimona ricevette il premio alla V Esposizione Internazionale di Arte del 1903.

La versione del Desconsol che vedi qui è un’elaborazione successiva: una copia in marmo dell’originale datata 1917. Proprio al di là di questo capolavoro, puoi scorgere la sede del Parlamento Catalano. Puoi accedere all’interno tramite visite guidate percorrendo la Escala d’Honor e le sale solenni che portano al Saló de Sessions, l’auditorium semicircolare in cui si riuniscono i parlamentari.

La cascata monumentale nel Parc de la Ciutadella

Non perderti poi l’affascinante laghetto artificiale nel cuore del parco. Per trascorrere un momento di puro relax condito da un tocco di romanticismo vecchio stile, puoi noleggiare una barca a remi e goderti la pace remando all’ombra delle fronde. Di fronte, trovi un altro gradevole specchio d’acqua dominato da una cascata monumentale. Le sue spaziose scalinate laterali ti invitano a salire e vedere da vicino le sculture che ornano il monumento. Tra queste, la statua di Venere che si erge su una conchiglia in pietra tra gli zampilli, e la quadriga dorata che domina la sommità. La splendida fontana è sempre opera di Josep Fontseré, ma pare che un Antoni Gaudí alle prime armi partecipò alla realizzazione di alcuni elementi decorativi come rocce e alberi modellati in metallo.

Lo Zoo di Barcellona

Ma la tappa più affascinante di tutto il Parc de la Ciutadella resta sempre lui: il grande Zoo, uno splendido luogo per tutta la famiglia! Anche la sua storia è legata all’Esposizione Universale del 1888, poiché fu fondato nel 1892 sfruttando alcuni edifici utilizzati per il grande evento. I primi esemplari qui ospitati appartenevano alla collezione privata di animali di Lluís Martí Codolar. Lo sapevi che, prima del loro trasferimento allo Zoo, li teneva nella sua tenuta presso il quartiere di Horta?

Oggi lo Zoo di Barcellona è uno dei più importanti in Europa. Con il tempo è stato ampliato, raggiungendo gli attuali 14 ettari, e ridisegnato in funzione delle necessità dei suoi speciali abitanti. Mantenere e reintrodurre specie minacciate dall’estinzione, infatti, è oggi la sua principale missione, assieme a un continuo miglioramento delle condizioni di vita della fauna qui ospitata.

Se vuoi prenderti una pausa da musei e monumenti, lo Zoo di Barcellona ti aspetta con la bellezza di quasi 4000 animali per circa 400 specie, compresi alcuni esemplari molto rari e altri in via di estinzione. Le sue 11 aree riproducono differenti ecosistemi dove puoi ammirare specie autoctone ed esotiche.

Il clima mite della città consente di ospitare molti animali della savana, per cui potrai ammirare elefanti, giraffe, zebre, rinoceronti e altri grandi mammiferi. Vera e propria celebrità dello Zoo barcellonese dagli anni ‘60 fino ai primi anni duemila è stato il meraviglioso Floquet de Neu, un gigantesco gorilla albino amato da grandi e piccoli.

Dai mammiferi ai rettili, dagli anfibi agli uccelli, passando per ecosistemi palustri e tropicali, la visita allo Zoo di Barcellona è un’esperienza di apprendimento alla scoperta degli animali di tutto il mondo. Molti sono i programmi educativi rivolti ai bambini che, all’interno dello Zoo, hanno anche un grande parco giochi dedicato. La struttura è inoltre completa di ristoranti, bar e altri punti ristoro dove mangiare e riposarsi nel corso della giornata.

E per finire in bellezza, nemmeno qui allo Zoo mancano i gioielli modernisti che caratterizzano Barcellona e tutta la Catalunya! Tra le vie che ti portano alla scoperta della fauna più disparata, tra i gorgheggi degli uccelli tropicali e il ruggito dei leoni, puoi ammirare la fontana sormontata dalla scultura della Dama del Paraigües (La signora con l’ombrello). Realizzata nel 1885 da Joan Roig i Solé, è oggi uno dei simboli di Barcellona.

Trascorrere una giornata nel verde del Parc de la Ciutadella, lontano dalla fretta, ti permette di regalarti un’esperienza di calma e tranquillità. La ciliegina sulla torta che lo storico Zoo rappresenta è inoltre l’occasione per ammirare da un punto di vista privilegiato la fauna del pianeta terra. Nel pieno interesse verso il benessere degli animali, compiendo in un viaggio intorno al mondo ricco di fascino per tutta la famiglia.

Ente del Turismo della Catalunya
@catalunyaexperience

Tossa de Mar panorama
Punta Po-roig a Salou panorama
Calella de Palafrugell veduta
Palau de la Música Catalana, la Sala Concerti
X