• Museo Picasso

    Le opere, la storia e il legame tra il Museo Picasso e Barcellona

Se hai la curiosità di scoprire il Picasso degli esordi, prima del linguaggio cubista che l’ha reso celebre in tutto il mondo, il museo di Barcellona a lui dedicato è l’occasione giusta! Lo sapevi che il grande artista aveva un forte legame con la città? Pur originario di Málaga, Pablo Picasso si trasferì qui con la famiglia nel 1894, quando era ancora un ragazzino. Fu proprio a Barcellona che trascorse l’adolescenza e si formò come artista. Pensa che espose per la prima volta i suoi disegni nel 1900, in uno dei locali più frizzanti della città: Els Quatre Gats. E fu sempre qui, nella “sua” Barcellona, che lui stesso volle istituire il suo museo, proprio come fece Salvador Dalí con il Teatro-Museo di Figueres.

La nascita del Museo Picasso

Grazie alle istituzioni e all’amico Jaime Sabartés, il Museo Picasso aprì i battenti nel 1963. Il luogo scelto – lo vedrai! – è già di per sé molto affascinante. Occupa infatti cinque edifici medievali in Carrer de Montcada, una delle vie più signorili del quartiere Ribera, dove il tempo sembra essersi fermato. Nel museo troverai tantissime opere di Picasso: la collezione si è ingrandita nel corso degli anni arrivando quasi a 4000 pezzi! Già nel 1968, in seguito alla morte dell’amico Sabartés che aveva reso possibile il progetto, l’artista donò un nucleo importante di opere. Fra queste, un ritratto dello stesso Sabartés e i 58 dipinti dello studio di Las Meninas.

Nel museo scoprirai che l’arte di Pablo Picasso passò attraverso tantissime fasi prima di approdare a un totale sconvolgimento delle forme. La collezione permanente ti farà conoscere un Picasso disegnatore, ritrattista e incisore. Fin dalle opere giovanili, ti colpiranno la fluidità e la padronanza del segno che ne dimostrano il talento davvero precoce. Passeggiando tra le sale, opera dopo opera, non ti stupirà che Picasso abbia voluto, a un certo punto, intraprendere un percorso artistico del tutto originale, senza precedenti.

Le principali opere del Museo Picasso

Qui potrai vedere i primi dipinti di Picasso di formazione accademica, come “La prima comunione” e “Scienza e Carità”. Spiccano inoltre quelli dove il suo stile comincia a contaminarsi con le avanguardie, come “Margot” e “La Nana”. Troverai anche varie opere del Periodo Blu, una fase della sua pittura caratterizzata da ritratti di soggetti emarginati dipinti nelle tinte fredde del blu-verde. A questo seguirà il più felice Periodo Rosa. Il “Ritratto della signora Casals” è uno dei primi quadri di questa fase e puoi ammirarlo proprio qui.

Per finire, una delle opere più significative che incontrerai nel Museo Picasso è “Arlecchino”, che l’artista donò alla comunità barcellonese due anni dopo averlo realizzato. Dipinse il quadro proprio a Barcellona, nel 1917, un mese dopo la presentazione a Parigi di “Parade”, lo spettacolo della compagnia dei Balletti Russi di Sergej Djagilev di cui aveva curato la direzione artistica. Vuoi sapere una curiosità? Fu proprio durante la preparazione di “Parade” che Picasso conobbe la sua prima moglie, Olga Kochlova, un’affascinante ballerina della compagnia!

Oltre a conservare queste preziose testimonianze artistiche, oggi il Museo Picasso porta avanti molti progetti e mostre temporanee. Il suo obiettivo è essere sempre di più un luogo che valorizza la conoscenza e che sa rinnovarsi negli anni. Se ti interessa l’arte e vuoi scoprire una prospettiva diversa sull’opera di Picasso, vieni a dare un’occhiata: il suo fascino è garantito!

 

 

Ente del Turismo della Catalunya
@catalunyaexperience

Tossa de Mar panorama
Punta Po-roig a Salou panorama
Calella de Palafrugell veduta
Palau de la Música Catalana, la Sala Concerti
X