• FC Barcelona

    Storia, curiosità e luoghi della leggenda blaugrana

Tutti conoscono il mitico Barça, la squadra di calcio che in oltre un secolo di storia ha collezionato successi, coppe e campioni. La punta di diamante del FC Barcelona è infatti una delle squadre di calcio più amate – e temute! – al mondo, capace di regalare emozioni fortissime. Se sei amante del calcio, la tua vacanza a Barcellona non può non prevedere una tappa al Camp Nou, il celebre stadio del Barça. Lo sapevi che è il più grande d’Europa e può ospitare fino a 99.000 spettatori? Qui puoi visitare il campo, il museo e, nella nuovissima area multimediale, rivivere i momenti magici delle partite che ne hanno fatto la storia. E poi, ovviamente, dedicare un po’ di tempo allo shopping nel Barça Store del Camp Nou, situata presso lo stadio.

Scopri i luoghi del Barça in città

Sebbene il Camp Nou sia la vera e propria “casa” del Barça, il club FC Barcelona parla di sé un po’ dappertutto in città. In diverse zone di Barcellona puoi imbatterti nei Barça Store per accaparrarti magliette, felpe e accessori. Ne puoi trovare diversi anche vicino alle principali attrazioni turistiche. Per esempio, sulla Rambla, su Passeig de Gràcia, all’aeroporto presso i terminal 1 e 2, e nel centro commerciale de La Roca del Vallès.

E a proposito della Rambla, è proprio sulla strada più famosa di Barcellona che si trova un luogo molto caro ai tifosi del Barça. Si tratta della Font de Canaletes, situata all’inizio del viale nelle immediate vicinanze di Plaça de Catalunya. È qui che i tifosi festeggiano le vittorie della loro squadra del cuore, e il motivo affonda le radici nel passato. Durante gli anni ’30 del ‘900, davanti alla Font de Canaletes aveva sede la redazione del periodico sportivo Las Noticias. In un tempo in cui era impossibile vedere le partite se non allo stadio, i risultati venivano trascritti su una lavagna davanti alla redazione. Frotte di tifosi si riunivano quindi in corrispondenza della fontana in attesa del sospirato gol del Barça!

Ritornando al Camp Nou, proprio di fianco trovi il Palau Blaugrana dove si disputano le partite di altre squadre sportive della società. E proprio accanto, sorge l’Ice Ring del FC Barcelona dove puoi noleggiare i pattini e divertirti sul ghiaccio con tutta la famiglia! Restando in tema calcio, invece, a circa 8 chilometri dal Camp Nou trovi lo stadio Johan Cruyff inaugurato nel 2019, nella Ciutat Esportiva Joan Gamper (centro sportivo del Club). Qui giocano il Barça B, il team femminile Barça Femení e la squadra Giovanile A. Tra tutte le squadre che compongono la società, certamente la prima squadra di calcio è quella trainante. D’altronde, la sua storia parte da lontano ed è ricca di tappe stupefacenti e curiosità… Vuoi conoscerne qualcuna?

FC Barcelona: la nascita di una leggenda

Il FC Barcelona nasce il 29 novembre 1899 per volontà di Joan Gamper. Il suo inno più vecchio risale al 1910, con i testi di Santiago Albert e le musiche di José Antonio Lodeiro. I primi anni di vita del club sono ricchi di curiosità: nel 1913, per esempio, diventa socia del FC Barcelona la prima donna, Edelmira Calvetó!

L’età dell’oro della squadra comincia nel 1919, quando il leggendario attaccante Josep Samitier entra a far parte della rosa inaugurando un decennio magico. Lo sapevi che risale sempre al 1919 il più vecchio fan club del Barça? Si chiamava La Penya Barcelonista! In questi anni viene inoltre inaugurato il primo stadio ufficiale. Il 20 maggio 1922 il Camp Les Corts, chiamato anche “La Catedral del Futbol”, apre le sue porte con una capacità di 22.000 spettatori. Lo stadio fu poi espanso fino a ospitarne 48.000, e infine dismesso per il più moderno Camp Nou, inaugurato il 24 settembre 1957.

Prima dello storico Camp Les Corts, il club catalano giocò dal 1909 al 1922 presso un altro stadio, il Camp del Carrer de la Indústria nell’Eixample. La sua capienza, però, era molto limitata, e visti i primi roboanti successi della squadra i suoi 6.000 posti si rivelarono ben presto insufficienti. Per riuscire a guardare le partite del Barça, i tifosi che non riuscivano ad accaparrarsi un posto sulle tribune presero quindi l’abitudine di arrampicarsi sul muro di cinta dello stadio e guardare le partite da lassù. Chi passava per strada al di là della recinzione durante una partita, vedeva sporgere dal parapetto il sedere degli arditi tifosi che si erano issati fin lassù! Viene proprio da questa usanza il nomignolo “Culers”! Fa riferimento alla parola Cul, che significa “sedere” in catalano, e che identifica ancora oggi i tifosi del Barça.

Tra i primati del FC Barcelona non figurano solo traguardi sportivi. Per esempio, è stato il primo club iberico ad avere una donna nel board, Anna Maria Martínez-Sagi, che ne fece parte nel 1934. Anni non molto facili, questi, data l’imminente guerra civile spagnola che mise a dura prova anche la Catalunya. Per la squadra, i successi tornano a farsi sentire soltanto con la vittoria della Coppa di Spagna il 21 giugno 1942. Il 1950, invece, segna il passo di un’altra fase ricca di magia, grazie all’arrivo della stella del calcio Ladislao Kubala. La sua statua spicca oggi davanti al Camp Nou. Attraverso il suo straordinario gioco, la stagione 1951-52 diventa per il Barça la campagna della “Cinque Coppe”. I Blaugrana riescono infatti a conquistare Lega, Coppa, Coppa Latina, Coppa Eva Duarte e Coppa Martini Rossi.

Anche gli anni ’70 regalano gioie, come la vittoria nel campionato 1973-74, dopo 14 anni, con il contributo della stella Johan Cruyff. Il Barça gli ha reso omaggio dando il suo nome al secondo stadio del FC Barcelona, situato a Sant Joan Despí nel centro sportivo del Club, dove attualmente giocano il Barça B, il Barça Femení e il Giovanile A. Un’altra piccola curiosità: il primo team femminile legato al FC Barcelona muove proprio in questi anni i primi passi. La squadra Selecció Ciutat de Barcelona – questo il suo nome – gioca infatti la sua prima partita il 25 di dicembre di 1970 al Camp Nou, ed è considerata l’embrione da cui è poi nato il calcio femminile blaugrana.

Nel 1979, una storica costruzione situata vicino al Camp Nou nota come La Masia de Can Planes diventa residenza e luogo di formazione dei giovani calciatori del Barça. È qui che le giovani leve cominciano a imparare lo stile di gioco che verrà poi universalmente conosciuto come tiki-taka. Oggi la Masia del Barça si trova nella Ciutat Esportiva Joan Gamper e continua a sfornare talenti. Sempre nel 1979, ecco arrivare per il Barça la prima Coppa delle Coppe, seguita solo nel 1992 dalla prima Coppa dei Campioni. L’arrivo a Barcellona di Leo Messi nel 2000, a soli 13 anni, segnerà la storia del Club negli anni successivi, tra grandi vittorie e imprese mirabolanti.

Negli anni 2006 e 2009 il Barça conquista infatti la Champions League, raggiungendo nella stagione 2008-09 la “tripla corona”. Si tratta di un nuovo record storico, grazie alla conquista anche della Liga e della Copa del Rei. Da qui la via per diventare il Barça delle Sei Coppe è spianata, e la squadra ottiene nello stesso 2009 anche la Supercoppa Spagnola, la Supercoppa Europea oltre che, per la prima volta, la Coppa Mondiale per Club. Una strada in ascesa, quindi, che il 10 gennaio 2011 vede la Masia del Barça porre sul podio del Pallone d’Oro tre dei suoi discepoli più importanti: Messi, Iniesta e Xavi. Tra questi, Messi raggiunge l’apice della popolarità come numero 1 al mondo proprio nel Barça. Il suo contributo è fondamentale per fare ottenere al Barça la “tripla corona” nel 2015 per la seconda volta nella sua storia: un altro record assoluto!

Non solo la prima squadra di calcio

Certamente il Barça che tutti conoscono infiamma gli animi e regala magie: se sei fortunato e il tuo viaggio a Barcellona coincide con qualche appuntamento del Ccampionato, non lasciarti sfuggire l’occasione di assistere a una partita in casa! Tuttavia, la prima squadra di calcio non è l’unico team a far parte del FC Barcelona. Come accennato, la società riunisce diverse discipline che diventano a loro volta entusiasmanti esperienze sportive da vivere sugli spalti nella splendida cornice di Barcellona.

Al Palau Blaugrana puoi assistere alle partite delle squadre blaugrana di basket, pallamano, hockey su pista e futsal, cioè il calcio a cinque. Allo stadio Johan Cruyff, invece, puoi prenotare il tuo posto per le partite del Barça B, della squadra di calcio femminile e della squadra giovanile. Una città, Barcellona, che porta avanti con orgoglio e dedizione una tradizione sportiva di alto livello, guardando al futuro con la giusta dose di competizione e costante crescita, regalando sempre emozioni uniche.

Ente del Turismo della Catalunya
@catalunyaexperience

Trekking Aigüestortes i Estany de Sant Maurici
Lo stadio del BarçaDani Aznar © FC Barcelona
Giro di Catalunya arrivo
FC Barcelona: la storia, i luoghi e le curiosità del mitico Barça
Turismo attivo mountain bike
Vie verdi bicicletta
Cammino di Santiago Catalunya
Montserrat veduta tramonto
X