• El Born e Santa Maria del Mar

    Il mercato modernista di El Born e la bellezza della chiesa di Santa Maria del Mar

Una delle zone più stimolanti di Barcellona è El Born. Questo vivace quadrilatero nel quartiere di La Ribera ti accoglie con un dedalo di strade medievali ricche di boutique alla moda, locali trendy e tappe culturali. Le sue vie mantengono intatti i loro palazzetti gotici, come si può notare lungo la raffinata Carrer de Montcada dove si trova il Museo Picasso. Situato a pochi passi dal Parc de la Ciutadella e dal suo Zoo, El Born è un gradevole insieme che riunisce la storia antica e recente della città. 

Non solo ricco di negozi e locali alla moda, il Born è una vera fucina artistica. Qui trovi gallerie d’arte, spazi culturali e showroom creativi. Ed è sempre qui, nel Born, che importanti artisti come Picasso, Casas e Rusiñol installarono i loro studi nel ‘900. Ancora oggi, passeggiando per le sue vie, ti circonda ovunque un’atmosfera bohémienne che lo rende un luogo speciale e una continua fonte di ispirazione.

Il Mercato del Born

Fra le tappe più particolari del quartiere trovi il mercato in stile modernista, oggi noto come El Born Centre de Cultura i Memòria, le rovine archeologiche emerse sotto di esso e la chiesa di Santa Maria del Mar. Comincia a esplorare questo elegante salotto barcellonese proprio dal Mercato del Born, la piazza coperta più grande d’Europa. Negli ultimi anni è diventato uno spazio di fondamentale importanza per Barcellona, e la sua struttura in ferro ne fa uno degli edifici destinati alla vita pubblica più significativi della città.

La sua costruzione ha segnato l’inizio del periodo modernista barcellonese, che in città ha lasciato numerose tracce a firma di Antoni Gaudí e non solo. Il suo progetto, a cura di Antoni Rovida, risale al 1873.  L’ingegnere Josep Maria Cornet i Mas curò invece i lavori, cominciati subito dopo. Come puoi vedere anche oggi il Mercato del Born è a pianta rettangolare. La sua struttura è composta da due edifici a cupola intersecati tra loro e quattro piccole navate. Le colonne in ferro e il tetto rivestito di piastrelle in vetro trasparente completano il tutto.

Attivo dal 1878 al 1971, il Mercato del Born venne successivamente restaurato per ospitare la biblioteca provinciale di Barcellona. Le cose, però, presero una piega diversa quando durante i lavori emersero importanti rovine archeologiche risalenti al Medioevo. Dal sottosuolo videro di nuovo la luce le fondamenta e i resti di edifici testimonianti la Barcellona medievale. Questi antichi palazzi erano stati demoliti nel ‘700 per fare spazio alla costruzione della cittadella (a sua volta distrutta un secolo più tardi). Nel 2013, prese quindi forma il progetto definitivo: El Born Centre de Cultura i Memòria (CCM). Sotto la struttura in ferro e vetro dello storico mercato, rivive oggi questo suggestivo angolo di Barcellona medievale.

Santa Maria del Mar

Dal CCM, imbocca la splendida strada pedonale di Passeig del Born. Durante periodo medievale, in questa zona si svolgevano le principali feste d’armi della città con tornei e giostre. In pochi passi raggiungi la basilica di Santa Maria del Mar, un’altra testimonianza del Medioevo barcellonese. Costruita nel corso del ‘300, è uno dei migliori esempi di gotico catalano, tanto che molti la considerano la chiesa più bella della città. I lavori furono diretti da Berenguer de Montagut, e oggi la basilica svetta in tutta la sua magnificenza. Robusta come una fortezza, è allo stesso tempo una struttura ricca di armonia.

La basilica si rivolge verso il Port Vell e, non a caso, è dedicata alla Madonna che protegge i marinai. Lo sapevi che è chiamata anche La Cattedrale del Mare proprio per questo motivo e per la sua vicinanza al porto? Lo scrittore Ildefonso Falcones ha scritto anche un fortunato romanzo che porta lo stesso titolo, ambientato in questa zona di Barcellona al tempo della costruzione della basilica! Nel Fossar de les Moreres a ridosso della chiesa puoi invece notare una fiamma tenuta sempre accesa. Si tratta di un memoriale in onore dei caduti nella Guerra di Secessione del 1714 che fece moltissime vittime tra gli abitanti del quartiere.

Molti edifici medievali presentano diversi stili poiché sono stati costruiti nell’arco di più di un secolo. Al contrario, la Basilica di Santa Maria del Mar presenta fattezze omogenee e proporzionate. Si tratta infatti di una preziosa eccezione nel panorama del gotico catalano: fu costruita tra il 1329 e il 1384, quindi in soli 55 anni. Un tempo davvero record per l’epoca! Dopo aver ammirato la facciata e le absidi, prenditi un momento per visitare l’interno. Cammina lungo le imponenti navate, tutte e tre alte uguali, e ammira le pregevoli vetrate che la decorano. Gli esempi più suggestivi sono la finestra dell’Ascensione, nella cappella di Santa Maria, e il lavabo nella cappella di Sant Rafael.

Non dimenticare poi il magnifico rosone. L’originale è andato distrutto nel terremoto di Barcellona del 1428, e quello che vedi è una fedele ricostruzione degli anni subito successivi. Scendi poi al piano inferiore della basilica e passeggia tra le tombe private, tra cui quelle legate ai membri di corporazioni e confraternite. La Cattedrale del Mare, infatti, era anche un importante luogo di culto per i maestri d’ascia e i mercanti della Barcellona medievale.

Delizioso da scoprire a piedi durante il giorno e piacevole per trascorrere la serata, El Born ti aspetta con il suo mix di storia e modernità. Un luogo sempre più di tendenza dove percepire ancora l’atmosfera della Barcellona medievale, respirare i fermenti creativi della città, e vivere il suo continuo cammino verso un’evoluzione dallo spirito sempre fresco e originale.

Ente del Turismo della Catalunya
@catalunyaexperience

Tossa de Mar panorama
Punta Po-roig a Salou panorama
Calella de Palafrugell veduta
Palau de la Música Catalana, la Sala Concerti
X