Destinazioni

PireneiLa Patum


CONDIVIDI

Se non hai mai saltato durante La Patum nella piazza di Berga, non hai mai vissuto una vera festa.

La Patum de Berga è stata dichiarata dall'UNESCO Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell'Umanità. Si tratta di una festa popolare che si svolge dalla fine del XIV secolo, durante la celebrazione cristiana del Corpus Christi. E' espressione degli antichi miti e rituali associati al fuoco, radicata in tradizioni ancestrali e mescolata a credenze religiose molto più lontane.

Durante questo festival di fuoco, animali mitici e simbolici ballano e saltano a ritmo costante, a volte frenetico, di musica e tamburi circondati da fumo e fuoco, sudore e calore, musica e urla che ti rimarranno impressi per sempre.

In origine, la festa era pagana ma gradualmente si evolse fino a diventare religiosa, specialmente dopo l'integrazione con la parata di giganti che ricordava la riconquista della regione da parte dei cavalieri cristiani contro i Mori che occuparono la regione nel Medioevo.

La festa comprende diverse fasi. Comincia realmente il giovedì del Corpus, ma viene annunciata il giorno prima con una riunione straordinaria del consiglio municipale e la sfilata del Tabal, il grande tamburo emblematico del festival che presiede i festeggiamenti, accompagnato dai mitici Gegants. Il mezzogiorno del giovedì la festa inizia con la parata detta Patum de Lluiment. I giorni seguenti vedono la successione di molti eventi e rappresentazioni teatrali di strada, tra cui la Patum Infantil per i bambini. Draghi, aquile, nani, diavoli del fuoco, turchi, demoni sono solo alcune delle tante figure e personaggi allegorici che sfilano a turno per le strade ed eseguono numeri diversi, creando una gioiosa atmosfera collettiva.

Il Tirabol, l'apoteosi della festa, rappresenta un'orgia infernale nella quale i vari personaggi della festa, els Gegants, les Guites di fuoco, saltano al ritmo della musica insieme al pubblico in una enorme celebrazione tribale che non dimenticherai facilmente.