Destinazioni

CatalognaItinerario Modernista


CONDIVIDI

La Catalogna è stata madre e culla di alcuni tra i maggiori esponenti del Modernismo. Nato dalle influenze arabe e francesi, il Modernismo è diretta conseguenza di un nuovo modello di società industrializzata che vede nascere una borghesia inedita con differenti e stravaganti gusti che sanno di cambiamento e innovazione.

Un rinnovato modo di essere e di pensare iniziava a scorgersi in quelli che erano modelli collaudati e standardizzati. Un mix di esperienze e di tradizioni lontane, si uniscono insieme per formare uno dei movimenti artistici più importanti dell'ultimo secolo. I centri in cui questo innovativo stile ebbe maggior impatto furono Barcellona e Reus, dove ancora oggi troviamo queste opere d'arte dai movimenti sinuosi e dalle curve morbide che ricordano giardini ornamentali di paesi lontani.

Barcellona

La prima tappa del tuo percorso sarà senza ombra di dubbio la variopinta Barcellona, che più di tutte incarna lo spirito di questi artisti contraddittori ed amanti dell'insolito. Armati di cartina, bussola interiore e tanta voglia di scoprire a piedi o in bicicletta quello che è l'itinerario disegnato dall'architetto Ildefons Cerdà passando per il quartiere dell'Eixample.

A Barcellona troviamo alcune delle opere più importanti di questa corrente letteraria ed artistica che vantano nomi come Gaudí, Domènech i Montaner e Puig i Cadafalch. Parti alla scoperta di Casa Batlló sul Passeig de Gràcia, un piccolo gioiello che meglio rappresenta quella che è l'estetica di questo movimento artistico; prosegui ammirando le evoluzioni architettoniche di Gaudí visitando Casa Milà, detta La Pedrera, ma fermati poi ad ammirare la grandiosità di un'opera che anche se incompiuta, resta una delle meraviglie indiscusse di Barcellona: la Sagrada Família. La stessa incompiutezza dell'opera è propria di un movimento artistico che voleva rompere gli schemi, andare oltre il consueto e lasciare che la mente flutti libera di essere e di esistere.

Olot, Girona e la Costa Brava

Allontanandoti da Barcellona, lasciati incantare dalla bella Olot, nella cui architettura urbana vi è un chiaro e forte riferimento al Modernismo. Esempi ne sono la facciata delle case Solà Morales, di Domènech e Montaner, Casa Pujador, Casa Gassiot e Galetà Vila.

Continuando a passeggiare sulle orme dell'arte, potrai incontrare altre città in cui spiccano creazioni artistiche che sono poi diventate esempi e tesori del modernismo catalano, come i palazzi nelle strade di Girona, mentre proseguendo lungo la Costa Brava rimarrai estasiato dal profumo del giardino botanico di Marimurta e dal giardino di Santa Clotilde di Lloret de Mar. Esempi unici, in cui l'arte è specchio riflesso della natura, legandosi alla stessa in un'unica armonia di insieme che rapirà i tuoi sensi.

La Costa Barcellona

Fortemente impregnata dal modernismo, è la Costa Barcellona nord, dove architetti autoctoni come Ferrés i Puig e Josep Puig i Cadafalch, con il barcellonese Lluis Domenèch i Montaner, sono i suoi massimi esponenti. Qui nasce la prima opera del maestro Gaudí: la Nau Gaudí de Mataró. Chilometro zero dell'opera gaudiniana, dove è possibile, tra l'altro, far naufragare la vista nelle opere della collezione Lluis Bassat.

E se ci troviamo nel mese dei fiori, nel secondo fine settimana del mese, allora non puoi perderti la Fiera Modernista di Terrassa, un momento magico in cui le lancette dell'orologio sembrano volgere a ritroso, fino a farci risvegliare in un luogo fuori da ogni tempo e spazio.

Reus

Nel caso in cui desideri scoprire i natali del genio di Gaudí, dovrai certamente visitare Reus: una piccola cittadina della Costa Daurada in cui il modernismo si respira in ogni angolo, dove il grande maestro venne ispirato attraverso un autentico museo a cielo aperto e grazie alle opere di Domènech i Montaner.

Chiunque, appassionato d'arte o curioso viaggiatore che sia, a Reus si sentirà particolarmente ispirato, lasciandosi trasportare da questa corrente artistica che fa della Catalogna una delle maggiori esponenti del modernismo mondiale.