• 5 calette selvagge da scoprire in Catalunya

Gli amanti del mare in realtà si suddividono in tante piccole “categorie”: tu quale a quale appartieni? Preferisci spiagge ampie, sabbiose e attrezzate? Oppure piccoli paradisi sperduti? In Catalunya ne trovi davvero per tutti i gusti, ma in questo articolo ci dedichiamo alle calette più selvagge. Solo rocce, spiaggia, vegetazione e l’immancabile acqua cristallina. Perfette per una vacanza adrenalinica.

Scopri qui altre idee per le tue vacanze al mare in Catalunya: 5 idee per un weekend al mare.

Cala Pedrosa

Armati delle calzature adatte, un po’ di allenamento e raggiungi Cala Pedrosa, nel paese di Tamariu in Costa Brava. Si tratta di una piccola spiaggia (33×30 metri circa) riparata e accessibile solo a piedi o in barca. Come la maggior parte delle calette selvagge è fatta di piccoli sassi e la sabbia è quasi del tutto assente. Come arrivare? Il modo più suggestivo è quella di seguire il Camí de Ronda della Costa Brava, partendo da Estartit. Lungo il viaggio, che dura all’incirca 45 minuti, potrai ammirare alcuni degli scorci più suggestivi di tutta la Catalunya. E una volta a destinazione, oltre a tuffarti nelle acque cristalline, potrai anche rifocillarti nel piccolo ma fornito xiringuito di Cala Pedrosa.

Cala Culip

A proposito di piccole calette, ora te ne presentiamo una davvero minuscola! Cala Culip, sempre in Costa Brava, occupa uno spazio di soli 15 metri! Nel cuore di Cap de Creus, troverai un ambiente selvaggio fatto di rocce e vegetazione, e davvero poche persone! Questo paradiso naturale si raggiunge solo a piedi, il luogo più vicino dove lasciare l’auto è Pla de Tudela. Ma noi ti consigliamo di partire da Cadaqués, suggestivo borgo: una passeggiata di 8 chilometri e troverai un tesoro!

Cala Estreta

Rimaniamo in Costa Brava, nella regione del Baix Empordà per parlarti di Cala Estreta nel comune di Palamós. Sabbia fine dorata, rigogliosi pini e una curiosa forma di doppia mezzaluna rendono unica questa caletta. Come fare a raggiungerla? Naturalmente a piedi! Parti da Platja el Castell, a Palamós – dove non puoi perderti la storica asta del pesce – e goditi il viaggio prima di rilassarti in acqua.

Platja de l’Illot

Spostiamoci in Costa Daurada, nel comune de l’Ametlla de Mar. Qui, lungo il sentiero GR92, trovi Platja de l’Illot: selvaggia, pura, incantevole. Si raggiunge solo a piedi, assicurati quindi di indossare le giuste calzature per percorrere un tratto di sentiero tra pini da un lato e il mare dall’altro. Porta con te anche acqua e cibo perché questa caletta è davvero selvaggia al 100%: non ci sono infatti bar, ristoranti o servizi. Goditi questo luogo catalano che ha conservato una bellezza pura, lontano dalle contaminazioni urbane. E naturalmente porta rispetto per l’ambiente che ti circonda.

Platja del Trabucador

Concludiamo il nostro viaggio nelle Terre del Delta del Fiume Ebro: ti presentiamo una spiaggia che non è propriamente una caletta, ma è una vera chicca che non puoi perderti. Stiamo parlando di  , un lungo e stretto lembo di spiaggia che ti farà vivere un’esperienza unica. Cammina per chilometri in questo spazio dichiarato Riserva della Biosfera: da un lato il mare aperto, dall’altro la Badia dels Alfacs. Qui, oltre a rilassarti in spiaggia, puoi cimentarti in alcune attività sportive adrenaliniche come kitesurf o il paddle-surf.

L’accesso alla spiaggia è libero tutto l’anno, fatta eccezione per luglio e agosto, mesi in cui l’accesso è limitato per proteggere questo importante tesoro naturale. Puoi avventurarti a piedi o in bicicletta, mentre per arrivare in automobile, è necessario pagare un ticket.

Consulta il sito ufficiale per maggiori informazioni: https://parcsnaturals.gencat.cat/es/detalls/Noticia/Trabucador_norma

Ora che ti abbiamo presentato le 5 calette selvagge da scoprire in Catalunya, a te la scelta! E non dimenticare di condividere le tue esperienze con noi su Instagram!

© Copyright 2024 | Ente ufficiale del Turismo della Catalunya | P.Iva: ES S0800470G | Credits